Oficina Musicum Venetiae

Fondata nel 2005, Oficina Musicum Venetiae è una realtà strumentale e vocale, con organico variabile, la cui attività è principalmente incentrata sulla valorizzazione della musica barocca e classica.

Il suo fondatore, Riccardo Favero, ne è tuttora Direttore e Maestro concertatore. Egli ha riunito sotto la propria guida musicisti e cantanti provenienti da prestigiose orchestre italiane e internazionali, dotati di grande talento e profonda conoscenza della prassi esecutiva. In tal modo ha saputo sin dall’inizio concentrare l’attività di Oficina Musicum sulla riscoperta e la valorizzazione di quegli autori italiani di rilievo troppo spesso dimenticati dai circuiti concertistici.

Tuttavia, se tra questi ultimi Giovanni Legrenzi rappresenta senza dubbio il fulcro dell’attuale attività di ricerca notevole importanza assume la produzione musicale di alcune tra le pagine più importanti di compositori italiani ed europei: di W. A. Mozart (Così fan tutte, Betulia Liberata, Messa da Requiem, Messa in Do min., Concerto per Clarinetto e Orchestra, Gran Partita, Sonate per fortepiano), di Antonio Salieri (Concerto per Fortepiano e Orchestra in Do magg., Serenata per un Tempio della Notte), di L. van Beethoven (Concerto per Violino e Orchestra Op. 61), di J. S. Bach (Integrale sonate per Flauto e Cembalo, Concerti Brandeburghesi, Cantate BWV 28–29-140-151, Johannes Passion, Magnificat), di D. Buxtehude (Magnificat, Jesu Membra Nostri), di C. Monteverdi (Messa a 4 voci da cappella) di A. Vivaldi (Le quattro Stagioni, Magnificat RV 610, Gloria RV 589, Gloria RV 588), oltre ad autori quali G. B. Pergolesi, B. Galuppi, A. Lotti, A. Lucchesi, B. Marini, N. Corradini, D. Castello, A. Grandi, N. Jommelli, G. Pugnani, N. Porpora, F. Biber, J. Stamitz, V. Lubeck, F. J. Haydn, etc., eseguiti rigorosamente con strumenti originali.

Oficina Musicum si è esibita in varie città italiane ed europee, riportando entusiastici consensi di pubblico e di critica. Recenti sono i successi ottenuti al “Festival di Musica Sacra" di Trento nel quale sono state eseguite partiture inedite di Giovanni Legrenzi al “Veneto Festival Musica Antica”, al “Teatro Salieri” di Legnago, alle “Sale Apollinee” della Fenice etc.

Di Giovanni Legrenzi sono state curate, per l’etichetta discografica Dynamic, alcune prime registrazioni con strumenti originali:

L’approccio filologico che Oficina Musicum pone nella ricerca degli elementi stilistici della tradizione italiana si riconosce come aspetto distintivo anche in altre registrazioni: